Il mio percorso Alao Saya

Testimonianze


La Scuola di Vita Cosciente è entrata nella mia vita in un momento in cui avevo iniziato a lavorare su me stessa, ma avevo molte domande.

All’inizio ho scoperto il Canto delle vocali, che mi ha aperto a nuove sensazioni nel mio corpo.

Ho quindi deciso di partecipare al corso Alao Saya. Gli insegnamenti di Reine Claire mi hanno colpito e scosso profondamente. Sono venuti a dare risposte a domande esistenziali che, fino ad allora, non avevano trovato risposta.

Ricordo che mi sentivo molto stordita quando si parlava delle origini dell’uomo e dell’anima. E allo stesso tempo era un grande sollievo. « Finalmente comincio a capire!”

Oggi, grazie al corso, sento sempre più sottilmente tutto il mio corpo fisico, le emozioni che mi attraversano, il formicolio che circola, la densità della mia presenza, la vita attraverso il mio corpo, la vita attraverso il mio cuore!

Vedo questa vita trasformarsi poco a poco: viaggi, prove da superare per capire, posizionarmi, rispettarmi di più, rispettarmi ancora e ancora. Lasciare andare i codici di sopravvivenza, i pesi e i legami inutili. Rallentare il ritmo, depositarmi, rallentare, fare un passo indietro e interiorizzare ancora e ancora. « Tutto passa attraverso il CUORE ». Ogni giorno mi stabilisco nella coscienza, ogni giorno respiro nella coscienza, mi muovo nella presenza e rinnovo la mia scelta profonda nell’accoglienza, nella gioia e nell’umiltà.

Il Canto delle vocali mi ha accompagnato ogni mattina negli ultimi 4 anni. Questa disciplina mi aiuta ogni giorno ad aumentare la frequenza del mio corpo e mi sento allineata, piena di energia, le mie idee sono più chiare, sono più disponibile per i miei figli, le mie attività e mi sento in PACE.

[…] Grazie ad Alao Saya e a tutte le persone che vi partecipano, nella coscienza dell’Unità, acquisisco fiducia in me stessa. Sto prendendo coscienza del mio corpo, sto sviluppando il mio sentire e sto avanzando a poco a poco verso una nuova vita in accordo con i miei valori.

[..] Grazie ad Alao Saya sono sempre più consapevole di me stessa, sono al servizio di ciò che è vivo, nella coscienza.

Perrine V., agosto 2022


Da dove partire a raccontare cosa è per me vivere supportata da questo percorso? é prima di tutto non subire più la vita e non subire più gli altri. È riconoscere chi sono, accogliere me stessa nei miei difetti e limiti, accettare ciò che c’è e entrare in connessione con la parte più profonda di me per scoprire cosa posso fare per cambiare ciò che non mi piace più. Questo cambiamento non segue le idee della famiglia o della società, ma è la vera autorealizzazione: sentire quale è la propria strada e seguirla semplicemente.

Per come sono fatta io, il lavoro è l’ambiente che più mi ha aiutato a crescere. In questi anni che pratico il Gaiayoga e Alao Saya ho attraversato tante tappe, faccio alcuni esempi:

Sono passata dal cercare di farmi capire (e quindi trovare la mia voce e la parola giusta da dire) all’accettare il compromesso, per poi invece agire con forza per affermarmi, e dopo ancora a scegliere la strada del silenzio e di imparare a lasciare un posto che non era più in risonanza con quello che sono.

La cosa che più mi piace di Alao Saya è che si cresce insieme: con le condivisioni, con lo scambio di energia, con i messaggi delle guide, con le informazioni che si ricevono. In questo spazio si esce dal giudizio, dai concetti di bene e male, e c’è solo da sperimentare gli insegnamenti e viverli nel corpo.

Ad esempio: quando mi sono iscritta la prima volta al corso volevo sapere i segreti della auto-guarigione e il motivo di alcune malattie che ho avuto. Non ho ricevuto le risposte tanto desiderate, io ero in cerca della formula magica… che non esiste!

Essere davanti a questa evidenza è stato per me un dono. A partire dalle informazioni ricevute ho potuto sviluppare la relazione con il mio corpo e imparare ad ascoltarlo e anche se le malattie vanno e vengono e sicuramente ascolto meno di quello che dovrei, sento come sta cambiando la mia vita su questo argomento della guarigione. La guarigione era per me un obbiettivo, un risultato tangibile, invece adesso capisco che è quello che accade quando hai fatto armonia in te.

La cosa che più in questo momento mi tocca è che posso vederlo anche negli altri: non tutte le malattie sono uguali, portano un messaggio molto chiaro e sono un’occasione per guardarsi dentro.

Se non avessi Alao Saya non so come avrei reagito in questi tempi di grande sconvolgimento (covid/guerra/insicurezza economica), ma quello che so è che grazie ad Alao Saya ho imparato a ritrovare la pace interiore e l’ancoraggio profondo. Ho la certezza che nessun male viene per abbatterci, ma ci chiede solo di brillare un po’ di più e di abbandonarci alla Saggezza e all’Amore dell’Universo.

Grazie,
Celeste, marzo 2022


Cristina condivide la sua esperienza con Alao Saya e quello che lei chiama il suo seguito, Aro Saya. Un piccolo chiarimento: il percorso Aro Saya è offerto a coloro che hanno completato Alao Saya almeno tre volte dopo il 2018.

Questo è il quarto anno che faccio il corso Alao Saya e ora il suo seguito, Aro Saya, e questi corsi sono un viaggio verso una vita più semplice per me. Un trasloco in cui lascio le mie vecchie cose del passato e mi trasferisco nel mio cuore. E questo rende la vita più semplice e leggera!

I più grandi cambiamenti che ho visto con Alao Saya sono stati che soffro meno, la mia vita è più facile, e amo profondamente il mio corpo.

Alao Saya ha anche fatto cadere in me molte convinzioni e definizioni su ciò che pensavo di essere e su come vedevo il mondo.

Con Aro Saya, ho imparato che ho la capacità, la potenza e la responsabilità di agire per la pace nel mio cuore e sulla Terra e che non lo faccio da sola.

Sto anche imparando a far passare quello che ascolto attraverso il filtro del mio cuore, anche se sono Reine-Claire o Mario a dirlo!

Noto che sono meno spugna e che comincio a essere capace di dare, di condividere con gli altri e, sempre di più, senza parole.

Questi insegnamenti (e il metterli in pratica!) sono stati una forma di nutrimento per me, per imparare a nutrirmi facendo ciò che amo, amando ciò che faccio e creando ciò che amo.

Prima di questi corsi, non vedevo alcun significato in questa vita sulla Terra. Ora sono profondamente grata per la possibilità di sperimentare la vita sulla Terra. Mi rendo conto che abbiamo il privilegio di poter crescere qui e in questo momento.

Alao Saya e Aro Saya mi hanno aiutato molto a trovare la pace dentro di me e soprattutto la pace con il mio corpo, a non vederlo più come un nemico, ma come un essere con cui posso collaborare. E sono sempre stupita nel vedere come risponde, mi segue, mi parla e come è un dono meraviglioso!

E finisco questa testimonianza con le lacrime.

Grazie, grazie, grazie infinite.

Cristina, marzo 2022


Dopo molte esperienze e sofferenze che mi hanno allontanato dalle mie « più alte » aspirazioni, una richiesta è scaturita dal fondo del mio cuore. « Voglio imparare ad amare in modo diverso, ad amare davvero ».

Questo era nel 2015.

Quello stesso anno, ho incontrato il Gaiayoga e qualche mese dopo, la proposta di Alao Saya mi ha chiamato. Ho subito intrapreso questa meravigliosa avventura per un anno e ora mi iscrivo di nuovo per la sesta volta.

Alao Saya è il faro più luminoso e illuminante che abbia mai incontrato.Il sogno che ho fatto di una sorgente che sgorgava mentre scavavo nella terra e la gioia intensa che ho provato al mio risveglio sono diventati realtà!

Grazie ad Alao Saya, sto imparando a vivere con il cuore e questo fa la differenza con tutto quello che avevo conosciuto prima.

È anche un grande sconvolgimento, una vera rivoluzione interiore.

Reine Claire e Mario Gaal ci trasmettono, attraverso i messaggi della Sorgente e la luce del proprio cammino, un insegnamento profondo, concreto, pratico, di una ricchezza infinita, in cui la condivisione e i passi di ognuno di noi sono utili a tutti, e questo è molto prezioso.

Con il passare degli anni, le integrazioni sono fatte sempre più profondamente, finemente, sottilmente nella mia materia. Ho la sensazione di essere un cercatore d’oro e ogni pepita, per quanto piccola, è una festa!

E le trasformazioni seguono nel comportamento e nella vita quotidiana. I vecchi automatismi, i vecchi programmi si disintegrano a poco a poco, non è sempre facile, alcuni di loro hanno una vita dura!

La respirazione cosciente prende spazio, la consapevolezza dell’unità si stabilisce, gli strumenti sono a nostra disposizione, lo sforzo da fare è quello di usarli.

C’è anche meno rumore in me, mi sento più disponibile a sentire e ad ascoltare la mia saggezza interiore, il mio sentire e a beneficiare delle informazioni che vengono così fornite.Il corpo che mi è stato prestato per questa vita sulla Terra diventa il mio amico intimo da ascoltare, curare e amare con tutto il cuore, e mi ricambia bene. L’ho modellato a immagine di ciò che pensavo di essere e sento quanta sete ha della presenza luminosa dell’essere di luce che sono. Sento che tutte le sue cellule gioiscono e si nutrono di questo!

È la più bella storia d’Amore che esista.Mi sento più viva, più vera, la pace abita il mio cuore e ora ho i mezzi per tornarci quando non ci sono più e quando ne faccio la scelta. Oso lasciare che il sole brilli nel centro del petto del mio corpo, oso essere ciò che sono semplicemente.

Il mio cuore si apre di più a tutti i miei fratelli e sorelle dell’umanità nella consapevolezza che siamo tutti collegati a tutto ciò che è e che ciò che faccio per me stessa, lo faccio per tutti e al di là di ciò che posso immaginare, e questo mi motiva enormemente nei momenti di sconforto.

Sento che sto gradualmente diventando una creatrice cosciente, il che richiede molta vigilanza, perseveranza, umiltà e soprattutto molto Amore.

Sì, sono stata ascoltata, sto imparando ad Amare veramente.

E ringrazio infinitamente.

Christine F., marzo 2022